CI CONOSCI E VUOI PROVARE LA PIATTAFORMA?
Chiedi la Demo gratuita e prova l'app per 14 giorni!
REQUEST A DEMO

Cosa hanno in comune Yumi e Muhammad Ali?

05/04/2021
Maria Mauriello
Muhammad Ali

Maria Mauriello - Communication manager in Yumi

Vi racconto una storia, quella di Cassius Clay: immaginate un bambino a cui viene rubata la bicicletta per scorrazzare in città; si reca alla polizia per denunciarne il furto e gli viene consigliato di andare in palestra ad imparare la boxe e combattere. Ora, immaginate che quel bambino porti un solo nome: Muhammad Ali. Così comincia la sua storia.

Sapevi che ad Harvard ha decanto una poesia iper-ermetica estemporanea? "Me, We".

Ma facciamo un passo indietro.

Originario del Kentucky, è giovane, sfrontato, a Roma conquista l’oro olimpico dei mediomassimi. Diventato un professionista, è giunto il momento di vedersela con Sonny Linston, famigerato atleta in carica.

L’incontro, ormai, è la storia del pugilato moderno: a soli 22 anni vinse il titolo e divenne il campione che oggi tutti conosciamo. Leggendarie le sue affermazioni: “Volerò come una farfalla, pungerò come un’ape” o ancora “Non puoi colpire quello che non vedi”.

Portavoce delle ingiustizie sociali della sua comunità, si convertì all’Islam, cambiò il suo nome, prima in Cassius X, poi nel celebre nome Muhammad Ali, che significa letteralmente “Amato da Dio”.

Popolari i grandi match, come quello con Foreman o a Manila dove ebbe la sua rivincita con Frazier in un incontro che fu come “Andare all’inferno e tornare”. Spinks, Holmes sono gli atleti che lo hanno messo KO e, al termine di questi insuccessi, decise di appendere i guanti al chiodo, stremato dal Parkinson.

Questa non è solo una genealogia del pugile più forte del mondo; è anche la storia di un uomo che, durante tutta la sua vita, si è sempre battuto per i suoi valori, dalla lotta al riconoscimento dei diritti civili alla libertà di religione.

Le parole di Foreman riecheggiano fortemente: “Un uomo diventa imbattibile, quando trova una ragione per cui combattere”. E Ali è stato imbattibile, un eroe, non si è mai piegato, libero di essere sempre se stesso. La malattia lo ha impossibilitato sul ring, non nello spirito, tant’è vero che affermò: “Dio ha voluto ricordarmi che sono un uomo come tutti gli altri. Lo ha voluto ricordare a tutti. E questa è la lezione che potete imparare da me”.

E di lezioni, ce ne sono state, eccome; infatti, è stato anche un grande esempio per i giovani.

Nel 1975, lui che aveva problemi di dislessia, tenne una lezione, brillante ed illuminante, agli studenti di Harvard sull’importanza dello studio, a lui negata, come possibilità di cambiare in meglio il mondo trasformandolo, insomma, in una rivalsa sociale. I giovani laureati, poi, gli chiesero una poesia e lui proferì due parole: “Me, We” (“Io, Noi”). Due parole, semplici e coincise, che riassumono tutta la sua grandezza. Prima di un uomo, poi di un pugile.




Cosa hanno in comune Yumi e Muhammad Ali?

Impresso nella nostra memoria è il percorso di questo atleta, intriso di tutta una serie di valori quali la resilienza e l’intelligenza emotiva che caratterizzano chi va aldilà della paura e dello stress. Questa è stata la sua arma vincente, frutto di una comunicazione, avulsa da qualsiasi forma di pregiudizio o debolezza.

La storia della sua poesia "Me, We" in cui sceglie due pronomi per caratterizzare un approccio, ci colpisce, chiaramente. Yumi ha voluto utilizzare i pronomi You e Me, modificandoli e scrivendone solo la "pronuncia" proprio per caratterizzare l'approccio della piattaforma in cui non c'è You senza Me e non c'è Me senza You. Collaborazione allo stato puro.

Su questi valori si fonda Yumi, la nostra piattaforma di continuous nudging, che si basa su un repertorio di competenze e comportamenti utili per l’utente, come ad esempio l’agilità, la collaborazione, l’empatia, skills fondamentali che hanno reso celebre il pugile danzante, Muhammad Ali.

In definitiva, la sua poesia dirompente ha posto al centro l’individuo nella sua unicità e singolarità. Proprio come accade in Yumi.

--

Se hai trovato interessante questo articolo, potrebbero interessarti anche questi:

Yumi è una piattaforma di continuous nudging che aumenta la misurazione, l'engagement e lo sviluppo personale dei team di lavoro in azienda

Aiuta le persone a chiedere e ottenere consigli sulle proprie interazioni in maniera semplice e spontanea. 

E permette all’azienda di mettere in azione la propria strategia di cambiamento.
RICHIEDI UNA DEMO
Seguici !

Yumi è un marchio di Feedback Loop srl | Corso Sempione 15/A - 20145 Milano (Italia) 
Partita IVA e Codice Fiscale: IT 10109780964 | R.E.A. 2505840
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram